LA REGIONE PORTA IL D.L SICUREZZA ALLA CORTE COSTITUZIONALE

0

La Regione Basilicata affronta di petto l’illegittimità della legge sulla sicurezza pubblica e presenta ricorso alla Corte costituzionale perchè dichiari illegittimi gli arti.1 e 13  delle disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale ee immigrazione, sicurezza pubblica ecc.ecc, il cosidetto decreto sicurezza.  Nel merito dell’art. 1, la Basilicata eccepisce che le disposizioni che prevedono l’eliminazione del permesso di soggiorno per motivi umanitari  (e la loro sostituzione con permessi temporanei,limitati a casi  eccezionali)  e il non rinnovo dello stesso, a condizioni invariate, non sono solo lesive dei diritti assistenziali, sociali e sanitari riconosciuti agli immigrati da leggi regionali, ma anche impattanti in maniera significativa  su competenze regionali garantite dall’art.,117 della Costituzione, in quanto si ledono i  diritti essenziali della persona umana, con disparità di trattamento tra cittadini degli Stati membri e stranieri regolarmente soggiornanti . Ciò anche in violazione dellloe convenzioni internazionali. Anche l’articolo 13 del decreto sicurezza viene sottoposto al vaglio della Consulta perchè- è detto nel ricorso- modificando quanto previsto dal decreto legislativo n.142 del 2015 in materia di domiciliazione e iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo, prevede che il permesso di soggiorno non possa venire accompagnato dall’iscrizione all’anagrafe , pur valendo come documento di riconoscimento. C’è la legge 286/ del 1998 che, invece, stabilisce che le iscrizioni e variazioni anagrafiche dello straniero regolarmente soggiornante sono effettuate alle stesse condizioni dei cittadini italiani. Va detto che l’iscrizione anagrafica è il presupposto giuridico per la fruizione di alcuni diritti contemplati nella legislazione regionale, tra cui quello alla salute.  Gli avvocati della regione poi citano una serie di sentenze della stessa Corte che riconosce alle Regioni la possibilità di disporre in maniera autonoma l’estensione dei diritti sociali, rientranti nelle proprie competenze, anche laddove la legislazione nazionale abbia proceduto ad operare limitazioni in ordine ai presupposti. Più chiaro di così.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento