LE PRIMARIE DEL CENTROSINISTRA SANNO TANTO DI ELIMINATORIE

0

 

La soluzione delle primarie nel centrosinistra , ultima possibilità di trovare un metodo per stare insieme, non funzionerà perchè è falsata in partenza, sapendo che comunque i concorrenti dovranno cedere il passo al più forte, non perchè lo sia di proprio ma perchè è appoggiato dalla forza egemone del Pd. Tanto valeva riconoscere questa primazia e consentire a Pittella di fare una rosa ristretta di nomi, tra i quali scegliere il meno divisivo possibile. Se poi è una finzione per lavarsi la faccia tutti quanti, perchè l’uno aveva mandato allo sbaraglio una  giornalista che se ne stava a Roma per i fatti propri, l’altro aveva fatto capire che il Sindaco di Potenza poteva andare bene e il terzo a spettegolare che Piergiorgio Quarto era nelle grazie del Re per affossarlo in partenza, allora non c’era bisogno di arrivare a tanto, perchè la gente non è stupida e queste manfrine non ingannano nessuno. Che si vada realmente alle primarie, significa dunque accettare il rischio che non ci vadano tutti, e che chi non ci va difficilmente sarà poi disponibile a fare una lista di appoggio ad  un candidato governatore che non ha contribuito a scegliere. Però è anche vero che chi non ci va si assume la responsabilità di rifiutare l’ultimo appello ad una responsabilità collettiva, che è il vero e solo segnale che il popolo del centrosinistra, o quello che ne è rimasto, è capace di interpretare positivamente. E quindi Lacorazza in primis dovrebbe  soppesare la responsabilità che uno si assume nel chiudere la porta all’ultima chance, con il rischio di passare da emarginato del partito ad affossatore del centrosinistra. Nel caso di scelta delle primarie, la cui organizzazione diventa una sfida organizzativa non indifferente dovendosi fare tutto nel giro di quindici giorni, oggi vedrebbero almeno tre candidati sicuri, Piergiorgio Quarto, il più gettonato, Teresa Fiordalisi,  la presidente della Bcc di Laurenzana  e Carmen Lasorella . E forse anche  Lacorazza,  se lo stesso se la sente di mettere a frutto tutto il portato di una posizione di dissenso che da anni, e per molte ragioni meritorie, ha tenuto nel Pd. Novità a parte, anche con questi candidati le primarie non appaiono scontate perchè alla forza personale dei concorrenti si aggiungono, quasi sempre in funzione determinante, gli accordi dei leader che si posizionano dietro le spalle pronti a dare una spinta al prescelto e , allo stesso tempo, a mettergli il cappellino degli sponsor. Di questo non bisogna vergognarsi, perchè stavolta per vincere bisogna sudare sette camicie. Rocco Rosa

in copertina teresa fiordelisi, imprenditrice bancaria

Condividi

Sull' Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento