L’IRRESPONSABILITA’ TRIONFA SOVRANA

0

Come era prevedibile il buon risultato ottenuto da Legnini col centrosinistra in Abruzzo ha fatto strizzare il sedere ai capi e capetti di questa disastrata coalizione lucana, facendo balenare precise responsabilità politiche sulla scelta di non andare insieme. Dopo la tenuta nel collegio sardo e la tenuta nelle elezioni abruzzesi che consegnano un centrosinistra al 30 per cento e un calo vistoso dei cinque stelle, presentare allo scenario nazionale l’esito di una disfatta lucana significa morte politica certa per tutti, nel senso che il laboratorio lucano dichiara fallimento davanti a tutta l’Italia. Ma il timore di fare una brutta figura e di diventare irrilevanti rispetto alle interlocuzioni nazionali ( ognuno si cerca il suo capetto di riferimento) se sta facendo venire qualche mal di pancia, non smuove i più coriacei che tornano con il solito mantra che Pittella deve farsi da parte. Cioè dichiarazioni ancora improntate alla presunzione di essere dalla parte del giusto e che se c‘è un problema questo si chiama Pittella, reo di non cospargersi il capo di cenere, di chiedere scusa e di portare tutti i voti lì dove gli dicono di portarli, come fosse un malloppo da cedere. E questo lo chiamano un passo avanti. Tra l’altro in questa tentativo falsamente improntato a fare chiarezza ma tutto teso a creare confusioni si chiamano in causa leader nazionali, addirittura parlando di Zingaretti come segretario in pectore, quando ancora le primarie non si sono fatte. Insomma un tentativo strumentale di accreditarsi verso referenti romani, per arrivare a prendere in mano il partito in regione e a determinare nuovi equilibri. E’ la riprova che delle elezioni se ne fregano, rifiutano le primarie  perchè c’è Pittella, e  perchè  non sono neanche in grado di mettersi tutti assieme per batterlo democraticamente, insomma vorrebbero vincere con l’aiutino di Pittella se quest’ultimo si toglie dai piedi per lasciare spazio al sole della democrazia potentina . O c’è qualcosa che mi sfugge o non ci stanno con la testa. Insomma questi democratici a tutto tondo, fatti in gioielleria con puro vetro di murano, hanno deciso che si può star fermi un giro,  pur sapendo che qui da noi gli autobus non è detto che passino sempre. Non lo hanno chiesto alla base perchè quest’ultima se fosse veramente chiamata a dire la sua, la risposta ce l’ha pronta ed è quella dei bambini di fronte a genitori che litigano: finitela! , datevi una mossa, pensate pure a noi!   Detto fuori dai denti, questa dirigenza politica si sta squalificando da sola e sta rivelando il vero volto di cui è fatta:narcisisti, opportunisti,  idealità persa insieme alla verginità, carrieristi di partito che acchiappano un seggiolino al volo come alle giostre. Quale credibilità possiamo dare alle loro parole quando parlano di fascismo alle porte, di comportamenti eversivi, di deriva antidemocratica, di xenofobia e violenza se questi , dopo aver descritto in maniera cos’ apocalittica, il pericolo che incombe ,non sono neppure in grado di organizzare una rete unitaria di protezione. Va avanti tu che a me viene da ridere, dicono questi personaggetti  . Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento