L’OPERAZIONE MAQUILLAGE DEL SENATORE PEPE. LA CORTE A CANNIZZARO

0

A metà della traversata che lo sta portando dal potere centrale a quello regionale, il senatore Pepe si trova a vivere alcune contraddizioni. Da un lato il potere romano leghista che viene esercitato esattamente come lo hanno esercitato gli altri, dall’altro l’esigenza di farsi credere qui in patria un fustigatore di costumi e un rinnovatore della politica. E’ un esercizio difficile , soprattutto quando ti capita una nomina che ti crea difficoltà e cioè il tuo testimone di nozze nominato all’EIPLI come commissario, cioè nominato in quel carrozzone che da tempo la ex opposizione di destra del Governo Renzi ne chiedeva la chiusura. Non conosco la persona , e parto con il presupposto che sia un competente. Ma il metodo è lo stesso: un parente, un familiare, un amico, messo lì dopo una chiacchierata informale con chi deve decidere e cioè bypassando gli organi di partito, evitando una selezione meritocratica ed evitando quella trasparenza che qui si è chiesta da anni al potere di centrosinistra. Il quale potere, pur moribondo poltiicamente, continua a lasciare un testamento di qua e uno di là, sotto forma di incarichi in questo o quell’ente. Sono incarichi a futura memoria, in caso il paziente si rimetta in piedi. Questo per dire che a destra come a sinistra, il potere si comporta nella stessa maniera e che chi ha impostato la sua presenza militante sulla cancellazione di questo modo di fare politica discrezionale e clientelare, si trova a dover constatare che da questo orecchio nessuno ci sente veramente. Così che sorge una contraddizione tra la volontà espressa dalla lega lucana di non imbarcare i profughi del sistema precedente , di centrosinistra o di centrodestra) entrambi accomunati da una accorta e dissimulata partecipazione a questo tipo di potere clientelare) e la indulgenza a emulare quei comportamenti quando la cosa diventa conveniente. Eppure, nonostante questo, siccome il vento è favorevole, il senatore va avanti nella sua decisione di rendere marginali gli apporti di persone che hanno convissuto col sistema precedente e dalle quali si distacca il solo consigliere regionale di F..li d’Italia,  ( irreprensibile dal punto dell’atteggiamento di forte opposizione tenuto in questi anni), privilegiando, agli accordi con esponenti della nomenklatura di destra o di sinistra,  la scelta di liste civiche di gente che nelle professioni e nelle imprese si è distinta.  Intensi sono i contatti anche a livello di capoluogo dove torna il discorso di Michele Cannizzaro, e di una sua lista civica in grado di portare una buona fetta di elettorato al mulino di Tolve. Venerdì c’è un incontro per esaminare a che punto è l’operazione “maquillage”. rocco rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento