MIGRANTI , E’ ORA DI GUARDARE IN FACCIA LA REALTA’

0

PIETRO SIMONETTI

In Basilicata, nell’anno scolastico 2019/20 , 2900 gli alunni figli di migranti che hanno compensato la perdita di 2000 studenti Lucani in rapporto alla denatalità e alla mobilità territoriale. 

La Basilicata e’ una delle regioni del sud con il maggiore tasso di studenti figli di migranti sulla popolazione scolastica. Si tratta del 3, 4 % a fronte del 2,7 del a Puglia e del 2,4 della Campania. 
I dati indicano la portata del contributo demografico dei 25.000  stranieri iscritti alle anagrafe dei comuni, quindi residenti, pari al 4,4% della popolazione complessiva, nonché dei lavoratori in mobilità alla formazione delle classi, alla difesa dei plessi e della occupazione dei docenti. 
Ancora più’forte e’ il contributo dei migranti al tessuto economico – produttivo e ai  servizi sociali e territoriali. 
Nel 2019 hanno contribuito alla formazione del  reddito e del Pil, a partire dall’agroalimentare,  45 mila migranti, circa l’ 8% della popolazione, una parte in mobilita’stagionale da altre regioni, che sostiene in particolare il comparto del  lavoro e cura, per alcune decine di migliaia di persone, gli anziani lucani. Al momento sono presenti in regione circa 1000 richiedenti asilo, di cui un centinaio di minori. 
Intanto nello stesso anno la Basilicata ha perso per trasferimento in altre regioni, all’estero e per denatalità oltre 5000 persone pari all’1% della popolazione. 
Sono dati che, al netto del dibattito sulle cause locali o nazionali della riduzione della popolazione che riguarda quasi tutto il Paese, in particolare il Mezzogiorno, dovrebbero favorire l’attuazione di politiche per il lavoro e una diversa qualità’ della vita a partire da un piano per il lavoro, previsto per legge ma ignorato, e da un significativo progetto contro lo spopolamento: riuso e utilizzo delle 70mila case sfitte, dei 100 capannoni nelle aree industriali e artigianali Pip, delle terre demaniali e non utilizzate, dei beni pubblici abbandonati e la creazione di servizi sociali attraverso la spesa dei fondi della Ue  traferiti dallo Stato. 
Nulla di tutto questo è all’orizzonte , nemmeno un piano di formazione e di nuova alfabetizzazione per i circa 70 mila iscritti ai centri dell’impiego privi di qualifiche e di mestiere. 
Prevalgono le liti, la diffusione dell’odio e lo sventolio della bandiera”Cambiamento”ormai priva di qualsiasi contenuto  e agitata per qualsivoglia attivita'”
Cseres
pietro simonetti
Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento