PICERNO PER UN POSTO NEI PLAY OFF

0

ROCCO SABATELLA

Anche il Picerno viene danneggiato dall’esclusione dal campionato del Catania perché con i tre punti che gli vengono tolti esce dalla griglia play off.  Ma i lucani hanno tre partite per rimediare e per conquistare i punti necessari a ingentilire il loro campionato dopo l’impresa compiuta per assicurarsi la terza partecipazione al campionato di serie C.  Oggi comincia, in pratica, un mini torneo di tre giornate nel quale le squadre che sono state danneggiate in termini di sottrazione di punti dall’uscita di scena del Catania, sia nella lotta per la salvezza ma anche per gli obiettivi della partecipazione ai play off o anche solo per migliorare le posizioni nella fascia compresa tra il secondo e il decimo posto, non potranno accontentarsi di gestire determinati risultati, ma dovranno puntare sempre ai tre punti. E’ il caso proprio della gara di oggi al Curcio, con inizio alle ore 14,30, tra il Picerno e la Fidelis Andria.  In pratica il Picerno diventa l’arbitro della lotta per la salvezza perché oggi sfida l’Andria e domenica prossima sarà impegnata a Pagani. Ma i lucani vogliono pensare solo a se stessi.  L’unico risultato che non soddisferebbe nessuna delle due contendenti è sicuramente il pareggio.  Per cui ci aspettiamo 90 minuti in cui sia i lucani che i pugliesi faranno il possibile ed  anche l’impossibile per arrivare a cogliere la vittoria. Sarà quindi una gara giocata a viso aperto perché gli ospiti sanno bene che, data la loro posizione, non si può più indugiare e quindi imposteranno una gara prettamente offensiva per il colpaccio sperando che poi da Torre del Greco arrivino per loro buone notizie, ossia il successo della Turris. Per questo il Picerno deve trovare gli stimoli giusti per sfruttare il fattore campo e mettere la necessaria determinazione per avere la meglio su avversari molto agguerriti e anche in una buona condizione di forma. Colucci sa bene le difficoltà di questa partita ma confida nella sua squadra e nella voglia di riscattare la sconfitta di Palermo:” Ci restano da giocare tre partite fondamentali per  chiudere al meglio il nostro cammino. Partite da affrontare con la massima serietà che ci contraddistingue. Abbiamo preparato questo match nella maniera migliore e con tutti gli effettivi, ad eccezione di 4/5 giocatori che hanno problemi fisici. Affrontiamo un avversario ostico che ha cambiato decisamente marcia con il cambio dell’allenatore. Sarà una gara molto difficile da affrontare perché gli avversari hanno un organico di tutto rispetto con giocatori importanti per la categoria che ce la metteranno tutta per centrare i loro obiettivi.  Anche noi vogliamo regalare ai tifosi e al presidente  ulteriori soddisfazioni come la partecipazione ai play off. Ma non bisogna caricare di troppe responsabilità i ragazzi che, invece, vanno lasciati tranquilli di scendere in campo senza eccessive pressioni.”. Sarà una partita particolare per il direttore generale Greco che è nato ad Andria e che è l’ex della gara. Fuori per squalifica Ferrani, per infortuni vari Vanacore, Guerra Finizio, Esposito e D’Angelo,, rientra Dettori dopo la squalifica. Colucci presenterà la migliore formazione con Albertazzi tra i pali, De Franco, Allegretto, Garcia e setola in difesa, De Cristofaro, Dettori, Pitarresi e  Viviani in mezzo al campo e due punte da scegliere tra Gerardi, Reginaldo e Parigi. Nell’Andria ancora fuori Di Piazza in attacco ma disponibili Tulli e Carullo.  Direttore di gara  Cavaliere di Padova

Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella

Rocco Sabatella...

Rispondi