PITTELLA PAGA LO STRAPOTERE DELLE ASL

0

Ho abbastanza capelli bianchi per rifiutare la retorica di una Giustizia che è terza, imparziale e infallibile. Non è né terza né imparziale, come la storia di mani pulite ha dimostrato con evidenti chiusure d’occhio e altrettanto evidenti  gogne mediatiche che hanno portato alcune persone a togliersi la vita in una disperata LOTTA contro una violenza istituzionale irresistitibile. Quindi mi aspetto di leggere gli atti e di capire dover sono le responsabilità penali e se sono tali da giustificare una misura cautelare per questioni che non riguardano fatti gravi di corruzione.  La domanda è lecita perché a tre mesi dalle elezioni , una misura cautelare , per un Presidente che si ricandida, equivale a toglierlo di mezzo. Cioè la discontinuità fatta dai magistrati, come è stato per Ottaviano del Turco e per tanti altri . Se avranno ragione, potranno dire di aver operato guardando ai fatti senza distinzione alcuna in nome di una giustizia uguale per tutti; se avranno torno potranno dire di aver operato una scelta che politicamente ha pagato e giudiziariamente no. Poca cosa, perché l’elenco dei politici azzoppati e poi dimostratisi innocente è così lungo da riempire una rubrica. Così come in generale l’elenco dei condannati per reati comuni , poi dimostratisi innocenti, è così numeroso da aver fatto la fortuna di una trasmissione televisiva sui canali Rai. Quanto al resto, non ho difficoltà a leggere con occhio attento il desolante quadro che la magistratura ha fatto su queste Asl diventate aziende di potere e non di servizio, con dirigenti pronti a fare i fatti propri facendo finta di servire le istituzioni. Ne ho parlato in tanti articoli e ho invitato lo stesso Pittella a fare un po’ di pulizia in questi enti dove il potere ha assunto connotazioni di vero e proprio abuso, arroganza e arbitrio. Nicchie di potere  che si crede di controllare ma che nei fatti sono così forti da strumentalizzare  il dante causa. Una riflessione su queste cose bisognerà pur farla, per evitare che continui il gioco secondo cui i politici passano i manager restano.rocco rosa

Share.

Sull'Autore

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa
Online dal 22 Gennaio 2016
Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall’agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line ” talenti lucani”, una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell’opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.


Lascia un Commento