POTENZA, DE LUCA BATTITORE LIBERO. PRIMARIE PER I CINQUESTELLE

0

Il Pd si è incartato di nuovo , tra la necessità di assicurare a Zingaretti una coalizione ampia al Comune di Potenza, il rincorrere di alcuni consiglieri che non intendono buttare a mare l’esperienza fatta a livello amministrativo con De Luca e l’enigma Tramutoli che si è attrezzato con il pugno d’acciaio in guanto di velluto. Tra ostracismi, divisioni, dimissioni, sarà difficile arrivare ad una sintesi e trovare un altro Trerotola, disposto a mettere il petto avanti per farsi impallinare, è impresa quasi impossibile. In questa situazione il segretario cittadino del Pd, Donato Pessolano,  si affanna a parlare con tutti, ma è evidente che il margine di manovra è assai basso e che certe decisioni pretendono la convergenza di  quei pochi esponenti di peso che sono rimasti. Un capoluogo di regione ha una valenza politica pur sempre di una certa consistenza e per un Pd che cerca di evitare il bis delle regionali è arduo il cammino verso piazza Matteotti. I punti fermi di questo percorso per la candidature sono più o meno questi:

il Sindaco De Luca ritiene di poter portare un buon resoconto della sua attività di governo municipale. Ha una squadra elettorale formata dai suoi assessori che hanno saputo camminare in proprio e ha il supporto esplicito di alcuni consiglieri di centrosinistra che hanno vissuto questa esperienza amministrativa e che sono disposti a riappoggiare un nuovo mandato. Ha alle spalle  un articolato mondo cattolico che in questo momento appare più consapevole di dover fermare la deriva Salviniana. Ed ha dalla sua quel ceto medio potentino, fatto di professionisti e di piccoli imprenditori, che ha voltato le spalle alla sinistra . In più gli è arrivato il soccorso di Caiata che, almeno a Potenza, gode di un consenso per quello che ha fatto a livello sportivo. Tanto basta al Sindaco uscente per dettare le condizioni : non sono uomo di sistema, non voglio legarmi ad un marchio, chi vuole appoggiare me lo faccia senza condizioni ed in nome di quell’interesse pubblico che si chiama un buon governo della città. In questo appoggio è preclusa la presenza degli storici oppositori di de Luca, dal gruppo di Santarsiero a quello di  Scaglione. Che poi sono quelli che l’accordo con De Luca, se anche fosse possibile, non lo farebbero mai.

Il centrosinistra vuole puntare almeno al ballottaggio. Gli può andare bene se punta ad una persona in grado di drenare voti a destra , insomma una specie di De Luca bis, in grado di pescare nello stesso elettorato, la qual cosa comporterebbe un consenso aggiuntivo rispetto ai tradizionali voti dello zoccolo duro di centrosinistra che è rimasto e che non è sufficientemente alto per vincere. Si era pensato ad una riesumazione del solito Trerotola, ma da questa via il neo consigliere regionale dice che ha già dato. La ricerca continua.

Per la lega la conquista della città è più difficile del previsto, proprio per la presenza di un centro indipendente che si  identifica con l’esperienza amministrativa fatta. Ci sono assessori e consiglieri che sono rimasti delusi non tanto dalla scelta di Guarente, quanto dal come questa scelta è avvenuta, cioè senza discussioni e con l’imposizione dei termini di un accordo preelettorale fatto al vertice leghista: questo a me e questo a te. Non c’è euforia insomma ,anzi potremmo definirla c’è un po’ di delusione.

I cinque stelle nella serata di ieri hanno discusso sulla migliore candidatura possibile, quella in grado di migliorare il risultato alle regionali. Il risultato è che faranno le primarie tra quattro candidati, Monserrati, Giannizzari, Sabia e Falconeri. Può darsi che uscendo dalla piattaforma  trovino una persona in grado di rappresentarli ad una certa altezza. Altrimenti sarà difficile arrivare al ballottaggio. Rocco Rosa

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento