QUARANT’ANNI DAL TERREMOTO, RIFLESSIONI E ACCOSTAMENTI CON LA REALTA’ PANDEMICA

0

I Quarant’anni dal terremoto coincidono con una pandemia che, nonostante i progressi della scienza, sta facendo vittime dovunque.E’ una coincidenza che induce alle riflessioni per quanto riguarda noi lucani che abbiamo dovuto esprimere una capacità di reazione e una voglia di risalita dal precipizio in cui eravamo caduti. Tra le iniziative che meritano di essere segnalate per questa ricorrenza, il webinair organizzato da Laboratorio Politico, una associazione nata in questi mesi e che mira a dibattere i temi più caldi del nostro territorio. Va segnalata perchè è dichiaratamente diretta ad analizzare le similitudini della situazione attuale con quella causata dall’evento tellurico, per trarne suggerimenti ed indicazioni rispetto ad un comportamento collettivo che ancora una volta diventa determinante per la ripresa. Prenderanno parte alla conversazione i sindaci che hanno governato la città in questo lungo periodo che passa dal terremoto, le parti sociali, mentre le conclusioni saranno del Sottosegretario alle Infrastrutture Margiotta.

IL PRESIDENTE DELL’ORDINE DEGLI INGEGNERI, GIUSEPPE D’ONOFRIO

Altra iniziativa, quella dell’ortdine degli Ingegneri che lunedì 23 novembre appunto, consegnerà una targa al Prefetto di potenza e al sidnaco di Albano, Rocco Guarino, una targa realizzata per ricordare l’impegno profuso da tutti i tecnici della ricostruzione, La targa, pensata come dono a tutti i Sindaci, sarà consegnata nei porssimi gironi, per via delle restrizioni imposte dai provvedimenti sanitari. La targa è stata prodotta in acciaio corten e porta in rilievo il ringraziamento dell’Ordine, le date dell’evento sismico e del quarantennale, in particolare, una frase del compianto ingegnere potentino Maurizio Leggeri, tra i maggiori esperti italiani di ingegneria sismica: “La nostra professione diviene una vera missione per cui solo agendo con piena coscienza e spirito di sacrificio si potrà rendere più tranquilla la vita dei nostri figli, dei nostri nipoti e di tutti quelli che verranno dopo di noi”.
“L’emergenza vissuta allora – dichiara il presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Potenza, Giuseppe D’Onofrio – ha contribuito alla crescita e valorizzazione della figura degli ingegneri lucani nel nostro territorio, qualificando il suo ruolo a livello nazionale, anche in virtù della nascita dell’Università della Basilicata che ha visto formare generazioni di professionisti specializzati nella progettazione antisismica e nella prevenzione dei rischi.
Il ripristino dei tanti borghi lucani è stato possibile proprio grazie al lavoro instancabile dei tecnici che vi hanno operato. Uno stretto parallelismo viene dalla congiunzione dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, unita agli incentivi del governo in termini di mitigazione del rischio sismico ed efficientamento sulle unità abitative e per il rilancio del comparto edilizio. Questo carica i professionisti di grande responsabilità e li riveste di quel ruolo altrettanto importante per garantire lavori a regola d’arte per la messa in sicurezza del patrimonio immobiliare”.

Tra le iniziative prese dagli enti pubblici, da segnalare quella del Comune di Potenza, con la consegna della cittadinanza onoraria all’Esercito Italiano, per ll grande apporto dato in quei giorni terribili . Ritirerà la cittadinanza il generale  di Corpo d’Armata, Tota. Alle 16,30 dibatito tra i Sindaci dell’80 , con il Presidente della Regione, il Rettore dell’Università, il presidente della Provincia di Potenza, Rocco Guarino,il rpesidente del Consiglkio comunale, Cannizzaro, il prorettore dell’università di Basilicata..

 

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Rispondi