ROSSOBLU PERFETTI, IL SOGNO CONTINUA

0
ROCCO SABATELLA

ROCCO SABATELLA

Dopo soli due punti conquistati nelle ultime quattro partite, il Potenza da un calcio alla piccola crisi e si rilancia in grande stile. Netta e strameritata la vittoria sul campo del Ciampino grazie alla prova monstre del bomber argentino Maurizio Villa che sigla un tris d’autore che affossa le velleità, ove mai ci fossero state, della squadra laziale. I rossoblù, ritrovata anche una certa tranquillità nello spogliatoio dopo la bufera del dopo partita con l’Agropoli, fanno capire sin dai primi minuti di gioco quali sono le loro reali intenzioni e lavorano ai fianchi gli avversari che capitolano alla mezzora quando Villa raccoglie una punizione di Esposito e batte il portiere laziale. Il Ciampino non riesce a raccapezzarsi e subisce il gioco molto organizzato ed efficace dei lucani. Cercando di rendersi pericolosi con alcune ripartenze che provoca qualche brivido di troppo ai lucani. Che, capita l’antifona, entrano in campo nel secondo tempo più motivati ancora a chiudere la gara. E puntualmente arriva il raddoppio di Villa che spegne completamente i laziali. Incapaci di una qualsivoglia reazione che mette la squadra di Pirozzi nelle condizioni di gestire la gara a proprio piacimento. Fino ad arrivare a mettere il sigillo definitivo alla partita ancora con l’attaccante argentino. Il gol di Bosi nel finale si può definire il classico gol della bandiera per i laziali che non hanno nemmeno la forza di buttarsi all’ arrembaggio finale per provare il tutto per tutto. Tre punti talmente importanti su tutti i fronti: sul piano psicologico perché la squadra di Pirozzi si lascia alle spalle il periodo negativo e su quello puramente numerico della classifica. Perché quella di ieri è stata una domenica completamente favorevole alle inseguitrici, tra cui il Potenza, del duo di testa composta dal Gravina uscito a malapena con un punto dall’impegno con la Vultur Rionero  grazie alla prodezza del suo portiere, il lucano di Palazzo San Gervasio, Cilumbriello capace di repingere al novantesimo un rigore tirato dal difensore Schiavino e dal Trastevere che si è dovuto arrendere al Bisceglie. Sugli scudi anche l’Az Picerno che finalmente conquista la prima vittoria in casa arrivata in un pomeriggio di grande tristezza per l’improvvisa scomparsa di Toni Catalano allenatore della formazione juniores stroncato da un infarto. L’unica nota dolente arriva dal Francavilla che si arrende senza troppo combattere all’Anzio. Ritornando al Potenza c’è da dire che adesso bisogna proseguire su questa strada almeno per le prossime tre partite, Madrepietra Daunia in casa, Bisceglie in trasferta e il derby con la Vultur Rionero che probabilmente coinciderà con il ritorno al Viviani finalmente completato con la posa  sul campo di giocodell’erba sintetica di ultimissima generazione. Perché dopo queste tre partite la palla passerà ai due copresidenti Vangone e Vertolomo che dovranno dimostrare con i  fatti concreti di voler il Potenza competitivo fino all’ultimo per il primo posto. Infatti il primo giorno di dicembre si apre il mercato riservato alla serie D e i due massimi dirigenti della società rossoblù non dovranno più indugiare e mettere a disposizione del tecnico i   tre/quattro rinforzi di qualità tra over e under che necessitano come il pane. Siccome crediamo che, d’intesa con il tecnico Pirozzi, gli obiettivi sono stati già individuati ed anche contattati, sarebbe consigliabile non dilungarsi troppo nelle trattative ma fare tutto il possibile ed anche l’impossibile per completare il roster non oltre la date del 4 o al massimo otto dicembre quando il Potenza incontrerà prima il Picerno e poi nel turno infrasettimanale il Nardò. Perché questo si aspettano tutti i tifosi rossoblù che vogliono la loro squadra in grado di poter arrivare al primo posto.

Condividi

Sull' Autore

Rocco Sabatella

Rocco Sabatella...

Rispondi