SALVINI , FORTUNA CHE CI SONO ANCORA I TRIBUNALI

0

Salvini forse ricorderà questo soggiorno in Basilicata quello dove ha inciampato sui gradini dei tribunali, sia quello civile che quello amministrativo. Partiamo da quest’ultimo e dalla notizia che abbiamo dato sul fatto che le revoche dei permessi umanitari sono state…revocate perchè illegittime. Qui , per chi non se lo ricordasse, si tratta di quelle 130 persone che erano state cacciate dagli Sprar con ordinanza prefettizia. Sono partiti ricorsi ovviamente sia in sede civile che in quello amministrativo. In sede civile  la Corte di Appello di Potenza si era già pronunciata nei giorni scorsi, rilevando che le nuove norme sulla protezione umanitaria non si possono applicare retroattivamente. Questo orientamento è stato peraltro confermato dalla Cassazione. Il precedente non è passato inosservato e anche il TAR sul ricorso amministrativa ha eccepito lo stesso vizio ai provvedimenti di revoca. La legge 132 8 posta a base del provvedimento di revoca è entrata in vigore il 5 ottobre dello, scorso annoi e pertanto non può essere applicato nei confronti del ricorrente perchè lo stesso ha ottenuto il permesso di soggiorno per motivi umanitari a marzo del 2018, cioè sette mesi prima. Come un Ministero degli interni possano cadere su questioni elementari di giurisprudenza, è un fatto preoccupante, non per il livello di competenza giuridica ma per come spesso la volontà della dirigenza si piega alla arroganza della politica. Questo è un brutto precedente, da ogni punto di vista. Che succederà adesso?. E’ abbastanza evidente che sul decreto sicurezza si stanno aprendo tante falle che non possono che provocare un giudizio di costituzionalità. Dietro la Basilicata  si sono mosse altre regioni con le stesse motivazioni morali e con le stesse argomentazioni giuridiche. Per quanto ci riguarda, il 30 per cento di quelli cui erano stati revocati i permessi, era formato da donne e bambini : metterli sulla strada con cinismo e spregiudicatezza, per motivi ideologici e per calcoli politici, è stata una delle pagine più brutte della nostra storia nazionale. Ed è sconfortante pensare che un popolo, abituato a commuoversi su tutto, abbia chiuso gli occhi di fronte a bambini che muoiono di fame o semplicemente..muoiono con un a pagella cucita nel giubbotto . La nostra è una democrazia malata, vittima di suggestioni e di notizie farlocche, pronta a seguire chi grida più forte degli altri. ROCCO ROSA

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento