VERDE E CENTROSTORICO, LE DUE PRIORITA’

0

IL DOCUMENTO DEL ROTARY PER UNA NUOVA STAGIONE DI PROGRAMMAZIONE URBANISTICA DELLA CITTA’

        Una città accogliente ed inclusiva

Potenza e la Basilicata hanno bisogno di incrementare le risorse umane, soprattutto giovani e culturalmente qualificate, sia favorendo – per quanto possibile – il rientro di giovani emigrati, sia accogliendo ed integrando opportunamente extra-comunitari in fuga dai loro territori di origine. Hanno anche bisogno di contrastare la crescente povertà. A tal fine la città gode di un’importante risorsa: sono 88 le associazioni sociali registrate al Comune di Potenza (26 nell’area promozione e tutela della salute, 28 nell’area infanzia ed età evolutiva, 22 nell’area handicap}. Il programma ITI del Comune di Potenza dedica misure specifiche a questo tema. I Rotary di Potenza, da anni, portano avanti iniziative volte in questa direzione, sia con l’assistenza a case famiglia, sia con progetti di assistenza domiciliare di malati terminali ed allettati. Occorre dare ordine alle iniziative, sia che siano portate avanti dalle Istituzioni locali, sia che siano promosse dalle associazioni sociali e del terzo settore. Dando seguito a tentativi portati acanti in tal senso negli anni scorsi, i club Rotary si candidano, anche in questo caso, ad essere elementi di aggregazioni ed animazione di questo progetto di integrazione delle politiche sociali.

  • Una città comoda e bella

La città del Potentino può divenire comoda e bella: rammagliando il sistema del verde – che già contiene significative emergenze ed aree verdi non curate, ma non connesse fra loro; organizzando sistemi di percorrenze dolci (piste pedonali e ciclabili, green ways} che attraversino l’intero sistema urbano; riutilizzando i grandi contenitori pubblici degradati e non più utilizzati; realizzando interventi di riqualificazione estetica e paesaggistica sui manufatti incongrui, agevolando la riqualificazione in tal senso del patrimonio edilizio privato e promuovendo l’innalzamento della ricerca del “bello” nella produzione edilizia pubblica e privata anche con la redazione di un “codice del bel costruire”, con punteggi e criteri premiali da adottare nei bandi pubblici. Un’intensa attività formativa in tal senso potrà essere promossa per i dipendenti tecnici degli uffici comunali e per gli stessi liberi professionisti, anche attraverso opportune forme di collaborazione con i loro ordini professionali.

  • Il centro storico ritorna ad essere elemento d’identità regionaleriprendiamoci orgoglio capoluogo

Il 7 dicembre 2015 Francesco Pesce, presidente del club Rotary Potenza Torre Guevara, propone al Comune di Potenza di partecipare al progetto europeo Resilient Europe, nell’ambito del Programma URBACT III. Il progetto mira ad incrementare la resilienza delle città coinvolte nel network, consentendo alle comunità locali di sviluppare con successo il proprio potenziale. Le città coinvolte in Resilient Europe lavorano insieme ed imparano a condividere esperienze con lo scopo di sviluppare resilienza e sostenibilità. Potenza è accolta nel network che comprende Rotterdam, Antwerp, Bristol, Burgas, Glasgow, Ioannina, Katowice, Malmo, Thessaloniki e Vejle. Il 31 marzo 2016 si stipula un protocollo d’intesa fra Comune, Provincia e club Rotary Potenza Torre Guevara per l’attuazione del progetto. Al Rotary è affidato il ruolo di soggetto facilitatore della partecipazione. Risultato del progetto è stato la costituzione di un Gruppo di Azione Locale che, rappresentativo dell’insieme della comunità locale, ha definito il Piano di Azione del centro storico di Potenza. Aspetto centrale del Piano di Azione è la definizione di una visione condivisa del centro storico.

“Il Centro Storico di Potenza è il luogo in cui si ritrova l’identità della regione – costituendone la parte pregiata del capoluogo. Di conseguenza, è il luogo dell’integrazione tra tutte le componenti sociali della comunità locale. Esso è espressione di tradizioni e culture ed è il luogo dell’associazionismo cittadino. Gli individui sono al centro della vita del quartiere e si impegnano in prima persona per promuovere attività di messa in sicurezza del patrimonio immobiliare, di manutenzione degli spazi comuni, di costruzione di una rete di spazi verdi privati integrati con i tre parchi pubblici dell’area.

Il Centro Storico è un luogo di scambio di idee ed opportunità e di nascita e crescita di imprese creative e culturali, in particolare nei settori della tecnologia e dell’innovazione. Queste imprese hanno un impatto significativo in termini occupazionali e di reddito sui cittadini più giovani, che sono così incentivati a restare a vivere nella loro città. E’ anche luogo privilegiato di livello regionale e nazionale di erogazione di cultura e loisir: in esso ha sede il teatro, il Museo archeologico nazionale, alcuni cinema.

Centro Storico ed Università interagiscono sinergicamente. Gli studenti abitano ed animano il quartiere, che offre attività culturali e ricreative.

Gli edifici esistenti sono utilizzati per l’erogazione di servizi residenziali, amministrativi e direzionali propri di un capoluogo di Regione; le attività di commercio ed artigianato locale prosperano. Gli spazi pubblici del quartiere sono caratterizzati da una elevata qualità formale e sono utilizzati per diverse funzioni, anche non concomitanti o temporanee. L’area è facilmente accessibile grazie ad un efficiente sistema di trasporto pubblico urbano.

Il centro storico, unitamente all’intera città, contiene un elevato stock di attrezzature ricettive di varie tipologie e costituisce l’ideale supporto logistico per il turismo naturalistico rivolto alla conoscenza delle numerose aree di interesse paesaggistico ed ambientale che la circondano.” (Progetto Resilient Europe – Comune di Potenza: Piano di Azione: documento conclusivo}.

Il Piano è stato oggetto di approvazione da parte della Giunta Comunale con delibera n.136 del 18/07/2018. La visione ed elementi progettuali del Piano sono stati assunti nella programmazione dell’ITI di Potenza.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento