IL VIAGGIO DEI CAVALIERI LUCANI NELLE TERRE D’ABRUZZO

0

Leonardo PisaniBy Leonardo Pisani

Nonostante la pioggia battente e gli schiaffi del vento, con ogni tanto il sole che faceva capolino il gruppo dei cavalieri ha proseguito il viaggio sui sentieri dei Briganti.  Manca poco all’arrivo sugli altipiani di Arcinazzo nel Lazio. Ora sono nelle terre degli Abruzzi dove la  spedizione si è arricchita l’ottavo giorno di altri quattro preziosi elementi: Giovanni D’Auria con l’esile ma energica Donatina, grande aiuto tecnico e due giovanissime amazzoni che compiranno gli anni nel corso del viaggio, Siria 12 e Marina 16.

Così con Claudio Minella, che segue a bordo del camper occupandosi della parte logistica dell’avventura, il gruppo è giunto ad 11: sette uomini e quattro donne.Attraversando il Molise i nostri hanno attraversato paesaggi fantastici preservati da pale eoliche, fotovoltaico ed estrazioni di petrolio. Luoghi dove la popolazione vive di agricoltura e combatte per la difesa della terra.

VIAGGIO DEI CAVALIERI LUCANI NELLE TERRE ABRUZZO

Il Molise così simile alla Basilicata, più di noi ha saputo conservare il suo territorio e non svenderlo. La popolazione è rimasta più genuina ed ospitale. Commovente è stato l’invito nel comune di Isernia, della signora Lucia e del marito Michele che hanno voluto che il gruppo dividesse il pranzo con loro. Conoscono la storia del brigantaggio e si sono subito innamorati della missione che li ha spinti a percorrere così tanti chilometri per portare un messaggio di denuncia e di speranza sulle sorti delle zone rurali e di chi ha dedicato l’intera vita all’allevamento e all’agricoltura.

Dopo Boiano, Castelpetroso, Pettoranello e Rionero Sannitico, gli 11 hanno lasciato il Molise iniziando la tappa più lunga dell’intero viaggio, quella che li ha portati a Pescasseroli nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, 50 km per dieci ore in sella tra corsi d’acqua, boschi e gole. Un percorso difficile ma entusiasmante.

le foto della spedizione sono del fotogiornalista in sella Gianfranco Vaglio.

Condividi

Lascia un Commento