ANTONIO BISCIONE: “INVOCATIO”

0
Una invocazione, una preghiera, un ringraziamento. Nulla di più. Nulla di più umano .

 

ANTONIO BISCIONE

INVOCATIO
LOCE SPEI, LUMEN DEI,
LUXQUE TEMPORIS DIEI,
NOCTIS FLETE, VOX ASTRORUM,
TU PLACANTI OMNES MORTIS
MEMORIAS TEMPORIS SORTIS,
SALUS OMNIUM DOLORUM.
PUELLA, ARBORUM AQUA DULCIS,
TERROR TURPIS, CARMEN CORDIS,
FLOS AETATIS PRIMAE MENTIS, 
PRIMAE COLOR PURAE AERIS,
SOMNIE VITAE ATQUE VICTORIA
CONTRA MALAM MEAM MEMORIAM. 
INTER BRACHIAS TUAS ME PASCO,
NEMINEM ADHUC COGNOSCO.
QUID AB TEMPORE VIDERE?
SOLA UNICA MIHI SPE…
-QUID DUM DONAT CORDI TE?-
SINE QUAM SOLUM EST FLERE! 
BACCHIS SUM, ARIANNA ES.
SI ME LATO AUTEM FLES,
SI ME AMAS, SI ME VOLES,
PULCHRITUDINEM ME VIDES,
PUTE CARMINEM AMOREM,
ATQUE AQUAM, ATQUE FLOREM.
LUOGO DI SPEME, LUCE DIVINA,
LUME DEL TEMPO DEL GIORNO,
PIANTO NOTTURNO, VOCE DI STELLE,
TU CHE PLACHI OGNI MEMORIA
DI MORTE, DEL TEMPO CONCESSO
CURA DI OGNI MALANNO;
DONNA, DOLCE ACQUA DEL VERDE,
TERROR DEL MALE, CANTO DEL CUORE, 
FIOR DELLA GIOVINEZZA DELLA MENTE,
COLOR DELLA PRIMA ARIA PURA,
SOGNO DI VITA, VITTORIA
CONTRO OGNI TURPE MEMORIA.
TRA LE TUE BRACCIA MI ABBANDONO, 
NULL’ALTRO PIÙ CONOSCO,
CHE CERCARE AL TEMPO? 
O MIA UNICA SPERANZA
-COSA TI DONA IL CUORE?-
SENZA LA QUALE, C’È SOLO IL PIANTO.
IO SON BACCO, TU SEI ARIANNA,
SE, IN MIA ASSENZA, PUR TU PIANGI, 
SE TU M’AMI, SE MI BRAMI,
SE TU VEDI IN ME DEL BELLO, 
STIMA UN CANTO QUEST’AMORE, 
SIA A TE ACQUA, SIA A TE FIORE. 
Share.

Sull'Autore


Lascia un Commento