IL POTENZA CONTRO IL MONOPOLI PER CONFERMARE LA SERIE C

0

Giovanni Benedetto

Domenica al Viviani alle 17,30 scendono in campo i biancoverdi del Monopoli che giocheranno contro un Potenza alla ricerca della  salvezza.
Con 35 punti in 14 esima posizione e con tre squadre alle sue spalle per evitare il quart’ultimo posto al Potenza bastano due o tre punti o passi falsi delle avversarie per vincere il suo ” campionato”.
Gli rimangono da disputare solo due incontri per chiudere il l’annata calcistica in corso: Monopoli e Paganese, la terza e ultima giornata riposerà.
Il Monopoli con 40 punti è saltato dalla zona salvezza alla zona play off dopo otto risultati positivi, nell’ultimo recupero contro la Casertana,  purtroppo, si è distaccata da quest’ultima di quattro punti, distacco che gli renderà difficile puntare alla decima posizione.
Gli rimane la possibilità  di classificarsi come la migliore undicesima dei tre gironi, per rientrare nel giro dei Play off.
Gli uomini di Beppe Scienza, quindi, scenderanno al Viviani non per farsi una passeggiata ma per giocare una partita vera, non solo per lottare per i play off, ma anche per vendicarsi della sconfitta casalinga subita all’andata, e poi ci saranno i tre ex: Piccinni, Juliano e Viteritti pronti a fare il loro dovere anche per dare un dispiacere all’ex presidente Caiata.
È prematuro sapere, in casa Potenza, gli uomini che Gallo schiererà nella prima parte della partita; di solito i suoi dubbi li scioglie solo a poche ore dall’inizio della gara.
Continuano a circolare negli ambienti più vicini alla società  voci di interessamento di alcuni imprenditori ad investire sul Potenza  ma l’intera tifoseria spera che rimangano gli attuali proprietari, magari affiancati da nuovi soci per un allargamento della base societaria.
Un argomento che potrà avere dei risvolti più chiari solo dopo aver conquistato la matematica certezza della salvezza.
In contemporanea   anche il Comune, con in testa il sindaco Guarente, affiancato dall’assessore Guma, avrà un incontro col presidente Caiata, per definire la questione stadio Viviani.
Si sa che il Viviani avrà bisogno di una messa a punto per avere le necessarie concessioni per disputare il prossimo campionato di serie C.
Sullo stadio Viviani sembra che siano previsti alcuni lavori di sistemazione per consentire  l’adeguamento a normative vigenti imposte dagli organi federali.
Questo in vista della soluzione definitiva che dovrebbe essere l’investimento di 5, 6 milioni di euro (di cui si parla gia’ da tempo) da destinare a lavori strutturali in un impianto storico e di grande qualità progettuale.

Condividi

Sull' Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way dell' esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata. Per vent'anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi. Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata. Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho lavorato al centro , ibc, di Saxa Rubra, per inoltrare i segnali televisivi e radiofonici provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90, attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Fuori dal mondo produttivo, mi sento un cittadino libero e curioso, che osserva con attenzione la realtà che mi circonda. Attento al comportamento della politica e delle istituzioni e alle decisioni che esse assumono e che incidono sul nostro destino , sensibile ai fenomeni e ai cambiamenti che attengono la nostra società: comprese le virtù e le miserie che essa esprime; sempre raffrontando il presente col passato per schiarire meglio la visione del futuro.

Rispondi