PICERNO: ISCRIZIONE OK E GIACOMARRO CONFERMATO.

0

rocco sabatella

Per il suo primo, storico anno in Lega Pro, il Picerno ha messo a punto tutte le questioni di natura logistica e dopo aver presentato la domanda di iscrizione anche in anticipo rispetto alla scadenza fissata per la mezzanotte del 24 giugno, si può dedicare anima e corpo alla campagna di rafforzamento. Forte anche di una ristrutturazione societaria con la quale sono stati adeguatamente coperti alcuni ruoli molto importanti per essere al passo di un campionato professionistico che, più che alla C, assomiglia alla serie B.  Infatti sono arrivati Piero Chiaradia, pugliese di Gravina che sarà il responsabile dell’area tecnica, il molisano Pino De Filippis che assumerà la carica di direttore sportivo e Carmine Greco, anch’egli pugliese, che sarà il nuovo segretario del club melandrino. Ma la notizia più importante, sulla quale il direttore generale Enzo Mitro non nutriva il minimo dubbio, forte anche di un accordo verbale già raggiunto a fine maggio, è stata la conferma ufficiale di Mimmo Giacomarro che guiderà il Picerno nel suo primo torneo di C. La decisione definitiva del tecnico siciliano è arrivata nella giornata di sabato scorso e ha fatto tirare un sospiro di sollievo a tutti i tifosi del Picerno che temevano di perdere il tecnico della storica promozione sul quale era piombato il Cerignola il cui patron aveva anche formulato un’offerta concreta all’ex tecnico del Potenza. Ma di fronte all’incertezza su quale torneo dovesse disputare la formazione pugliese, in attesa di capire se il ripescaggio in C  potesse essere possibile e quando e tenendo presente il fatto non secondario che Giacomarro escludeva a priori l’ipotesi di restare in serie D, tutti i dubbi sono svaniti con l’annuncio di Giacomarro di voler continuare la sua avventura al Picerno. Tra l’altro Chiaradia e De Filippis sono stati sponsorizzati proprio da Giacomarro che ha avuto modo di lavorare con il primo 5 anni fa al Potenza e con l’altro l’anno prima al Termoli. Risolta nel migliore dei modi anche la questione della scelta del  campo su cui giocare le partite ufficiali visto la necessità dei lavori di adeguamento del Curcio. Grazie alla disponibilità del comune di Potenza e del presidente rossoblù Caiata che ha concesso l’uso del Viviani al Picerno a titolo completamente gratuito, anche questo delicato problema è stato superato. A livello logistico da dire che la preparazione della squadra inizierà il 13 luglio e si svolgerà nel nuovissimo impianto sportivo di Castelluccio Inferiore che ha ospitato le gare del Rotonda nei mesi finali della stagione scorsa. Fatto l’accordo anche con il comune di Tito per l’utilizzo del campo sportivo Mancinelli che diventerà il quartier generale del Picerno e dove la squadra si allenerà stabilmente quando sarà terminato il ritiro precampionato. Messe a posto tutte le situazioni logistiche e organizzative, Mitro, Giacomarro, Chiaradia e De Filippis si sono tuffati nel mercato per mettere a disposizione del tecnico un organico di ottima qualità che possa ben figurare nel suo primo torneo tra i professionisti. Partendo dalle riconferme dei giocatori dello scorso anno. Riconfermati il portiere Coletta, i difensori Fontana e Fiumara, l’esterno di centrocampo Vanacore, i centrocampisti Kosovan e Pitarresi, il capitanoEsposito e la punta centrale Santaniello e forse il portiere classe 2000 Fusco. Da valutare il futuro del classe 200 Abou Langone che fa gola a tante squadre della serie D che lo hanno richiesto al Picerno. Ma le intenzioni della società sono diverse e vanno nella direzione di mandare Langone in qualche società di A o di B per consentire alla giovane promessa di disputare il campionato Primavera. Se non dovesse concretizzarsi questa possibilità, allora si arriverebbe alla decisione di tenere Langone nell’organico che giocherà la serie C.  In base alle conferme, sono state concordate con Giacomarro quali e quanti nuovi giocatori dovranno essere ingaggiati. Per arrivare ad un organico di 23-24 giocatori, in pratica due elementi per ruolo. Di conseguenza  arriveranno un portiere che si giocherà il posto con Coletta, almeno 3 difensori, 3 centrocampisti centrali, altrettanti attaccanti e un paio di esterni di centrocampo. Oltre a qualche giovane interessante per la lista dei 6 under che dovranno far parte del roster. Molti contatti sono stati già avviati e da oggi si passerà alla definizione delle prime trattative i cui contratti possono essere depositati a partire da lunedi primo luglio. Da dire che tutti gli operatori di mercato della serie C saranno molto vigili sul destino delle 5 società che non hanno presentato la domanda di iscrizione. Che sono Arzachena, Lucchese, Albissola, Siracusa e Foggia. Questo significa che un centinaio di giocatori si ritroveranno svincolati per il fallimento delle loro società di appartenenza e potranno accasarsi dove vogliono. Ritornando al Picerno da dire che per il ruolo di portiere le attenzioni sono indirizzate su Forte, classe 91, della Viterbese che Giacomarro ha avuto già alle sue dipendenze. Ma si seguono anche Crispino, classe 94, che ha giocato a Siracusa, Santopadre classe 98, di proprietà del Perugia essendo figlio del patron degli umbri, che ha giocato a Pagani e Valentini che ha difeso da gennaio la porta della Viterbese. Tra i difensori  quasi definito l’ingaggio dell’esperto Murolo, napoletano, classe 83, che ha giocato con la Carrarese e che vuole avvicinarsi a casa. Interessano anche il trentunenne Marino che lascerà la Virtus  Francavilla e che Giacomarro stima tanto, il classe 95 Altobelli che ha giocato e bene a Teramo, Mattia, 21 anni, che è stato al Rieti ma è di proprietà della Salernitana con la quale Mitro potrebbe intavolare più di qualche discorso per avere elementi e sono tanti che possono fare al caso del Picerno. Un altro giovane molto interessante e che si svincolerà per il fallimento del Siracusa è il difensore, classe 97 Di Sabatino. Ottima l’annata in Sicilia. Ma anche in Puglia si possono pescare buoni difensori, oltre che giovani e non tanto esigenti dal punto di vista economico. E il caso di Longo(95) e Mastrilli(97) che hanno mostrato le loro doti a Bisceglie. Ma il Picerno sta seguendo anche il croato Markic del Bisceglie, difensore affidabile e l’ex del PotenzaBertolo che ha giocato a Siracusa. Qualche operazione è vicina alla chiusura anche per il reparto di centrocampo. Sono stati bloccati Umberto Nappello, ex del Potenza che ha giocato nella Clodiense in serie D e segnato una decina di reti e il centrale Vacca, grande torneo disputato con la Turris. Nappello che era un attaccante, adesso si è trasformato in centrocampista ma non ha perso il vizio del gol con la spiccata capacità di inserimento nell’area avversaria. Il Picerno vorrebbe fare l’accoppiata con il fratello di Vacca che ha giocato e non bene nella Casertana ma il cui cartellino appartiene al Parma. Gli altri due centrocampisti saranno scelti tra una rosa che comprende Matera (96) del Potenza,  Palermo (96) del Siracusa, Carpani (93), Zanchi (91) e Marchi (89) che hanno giocato nel Rieti allenato da Capuano e che appartengono, gli ultimi due, alla Salernitana. Come appartiene ai granata anche una delle punte seguite dal Picerno. Stiamo parlando diCernigoi(95), fisico molto possente e che ha ampi margini di crescita e che ha fatto vedere buone cose a Rieti. Ma sul taccuino di Mitro e Giacomarro ci sono anche l’attaccante Salvemini (96) del Potenza che è ritornato in rossoblù dopo il prestito al Monopoli, il giovane Puntoriere (98), di proprietà dell’Entella ma che ha maturato esperienza alla Virtus Francavilla. Giacomarro ha puntato anche Giacomo Cecconi (95), cinque anni fa da under a Potenza. Dopo l’esperienza in Basilicata, Cecconi, scuola Bologna, ha giocato in serie D segnando una trentina di reti che gli sono valsi il salto tra i professionisti al Rimini premiato con un contratto triennale. La stagione scorsa ha giocato in prestito all’Arzachena segnando 8 reti. Cecconi vuole tornare a lavorare con Giacomarro e ha dato già il suo assenso al trasferimento. Altri prospetti che interessano sono Parigi (96) che ha militato nella Paganese e  Miracoli (92), cartellino del Brescia, fisico possente  che da gennaio è passato alla Sicula Leonzio. Particolarmente accurata sarà la ricerca degli esterni di centrocampo che rivestono, nel collaudato 3/5/2 del tecnico siciliano, un’importanza fondamentale. Se ne cerca uno per fascia. A destra seguiti Triarico, (89), molto positivo sia a Matera che a Bisceglie, Rota (95) e Fabris( (93) il torneo scorso al Monopoli. Per la corsia mancina il sogno è Donnarumma (92) del Monopoli che è un obiettivo forte della Reggina, ma le alternative non mancano. A cominciare da Zivkov (95) in azione a Rende, Tito (93) della Vibonese, Squillace (89) della Leonzio e Pinna (92) in forza alla Casertana. Come si vede tanta carne a cuocere per le intenzioni del Picerno di fare le cose perbene e affidare al tecnico del salto in serie C un organico che possa regalare tante soddisfazioni. A proposito dell’indagine della Procura di Bari sulla partita Picerno-Bitonto giocata a Rionero a porte chiuse e terminata con il successo dei lucani per 3 a 2,  il Picerno è molto tranquillo e aspetta con fiducia il lavoro dei magistrati e ci tiene a sottolineare che finora tesserati del Picerno non sono coinvolti nell’indagine. E, fino a prova contraria, dobbiamo credere alla buona fede del Picerno che non aveva il minimo interesse ad alterare il risultato della gara con il Bitonto, come pensa la procura di Bari. Per il semplice fatto che i pugliesi non avevano grandi stimoli avendo già ottenuto l’obiettivo dei play off e del quarto posto. Al contrario il Picerno doveva conquistare almeno un punto per riconquistare la promozione in serie C che era stata annullata dalla decisione della Corte di Giustizia Federale  di infliggere al Picerno tre punti di penalizzazione per i fatti accaduti nella gara con il Taranto. Senza considerare il netto divario di valori tecnici tra le due squadre che non lasciava presagire nessun risultato diverso dalla vittoria, quasi certa, del Picerno. Che non poteva rovinare un successo netto costruito in tutto l’arco del campionato grazie ad una superiorità schiacciante nei confronti della concorrenza testimoniata da ben trentadue giornate al comando solitario della classifica del girone H.

Condividi

Sull' Autore

Avatar

Quotidiano Online Iscrizione al Tribunale di Potenza N. 7/2011 dir.resp.: Rocco Rosa Online dal 22 Gennaio 2016 Con alcuni miei amici, tutti rigorosamente distanti dall'agone politico, ho deciso di far rivivere il giornale on line " talenti lucani", una iniziativa che a me sta a molto a cuore perchè ha tre scopi : rafforzare il peso dell'opinione pubblica, dare una vetrina ai giovani lucani che non riescono a veicolare la propria creatività e , terzo,fare un laboratorio di giornalismo on line.

Lascia un Commento