Il Potenza contro il Nardo’ per i tre punti

0

Dopo un sabato piovoso le previsioni meteo indicano squarci di cielo azzurro con comparsa di sole sul tappeto verde del Viviani che riscaldera’ anche la curva che in un primo momento, su decisione del giudice sportivo, sarebbe dovuta rimanere vuota, squalifica tramutata in diffida, a seguito del ricorso approvato della società del Potenza.

Le cose positive della giornata non finiscono qui perché registriamo un’altra iniziativa inedita pro tifosi del vulcanico presidente: la vendita dei biglietti dei settori curva e distinti al prezzo simbolico di 1 e 2 euro.

Non so se abbia pesato la sconfitta di Picerno che ha spinto la società a favorire l’afflusso al campo di più gente possibile o anche una forma di riconoscenza nei confronti di una tifoseria che sta dando il meglio di se stessa in casa e in trasferta o tutte e due le cose messe insieme, sta di fatto che il grande Caiata ha manifestato un ulteriore gesto di attenzione nei loro riguardi ripagandoli con questa insolita iniziativa dei sacrifici che fanno e dell’attaccamento che dimostrano tutte le domeniche per la maglia rossoblu.

Un piccolo neo costituisce l’impedimento alla tifoseria ospite di occupare la curva loro destinata; vietare di seguire la propria squadra per godersi lo spettacolo ad un gruppo di tifosi è sempre un provvedimento a volte discutibile.

Non conosco le motivazioni che hanno indotto i responsabili dell’ordine pubblico ad emanare una tale ordinanza ma in queste circostanze, ( e in passato la cosa si è verificata altre volte) uno si domanda se la presenza di duecento, trecento tifosi in una città storicamente tranquilla costituisce davvero un pericolo per l’ordine pubblico.

Forse è piu semplice impedire di trascorrere una domenica di svago ad un gruppo di tifosi che garantire un efficiente servizio d’ordine.

E torniamo al clima partita: mancano poche ore all’inizio dell’incontro e a prescindere dai calciatori che giocheranno, e a come saranno disposti in campo dai due mister Ragno e Taurino, c’è da parte di tutta la tifoseria di casa una certa attesa per capire sul piano psicologico come rispondono i giocatrori del Potenza, Insomma più che una prova tecnica ci si aspetta una reattività evidente sul piano del carattere, del cuore e del cervello. Questa è la vera risposta che i tifosi vogliono riscontrare-

Share.

Sull'Autore

Giovanni Benedetto

Mi sono occupato per 40 anni prima in Rai e poi in Rai way
dell’ esercizio degli impianti alta frequenza della Rai in Basilicata.
Per vent’anni in qualità di quadro tecnico sono stato responsabile del reparto di manutenzione degli impianti alta frequenza: ripetitori, trasmettitori tv e mf, ponti radio e tutti gli impianti tecnologici connessi.
Ho presieduto tutta la fase della swich-off analogico- digitale della rete di diffusiva della Basilicata.
Nel 90 per tre mesi come tecnico della Rai Basilicata ho
lavorato al centro , ibc, di saxa rubra, per inoltrare i segnali televisivi
e radiofonici, provenienti dai dodici stadi accreditati ai mondiali 90,
attraverso i ponti radio e i satelliti in tutto il mondo. Ho scritto articoli diffusi dai quotidiani la nuova e il quotidiano, inerenti la storia della
ricezione dei segnali televisivi in Basilicata dal 1954 ad oggi e la storia
della sede Rai di Basilicata nata nel 1959.
Collaboro col periodico di attualità e cultura, ” il messo” con sede redazionale ad Albano di Lucania e diretto da Gianni Molinari
Scrivo sul periodico ” Armonia” edito dall’associazione Rai Senior, un bimestrale nazionale destinato a tutti i dipendenti della Rai.


Lascia un Commento