LA BASILICATA ALLA BIT DI MILANO 2022: TERRA CHE RIGENERA MENTE E CUORE

0

Lidia Lavecchia

Parte con queste parole la Lectio magistralis dello psichiatra Raffaele Morelli: l’atmosfera terapeutica del territorio lucano. Questo è il perno della prima di alcune conferenze in cui saranno presentate le principali novità dell’offerta turistica lucana a partire dal ‘turismo delle passioni’. Ed è stato proprio il turismo delle passioni al centro della prima conferenza che si è tenuta domenica, 10 aprile, sul tema “Il turismo delle passioni in Basilicata, la vacanza perfetta”. Dopo i saluti dell’assessore regionale all’Ambiente, Cosimo Latronico, e di Antonio Nicoletti, diretto re APT Basilicata, il prof. Raffaele Morelli, psichiatra e psicoterapeuta, ha tenuto una seguitissima Lectio magistralis sulla Basilicata come “terra che rigenera la mente e il corpo”.

Morelli, psichiatra e psicoterapeuta di fama internazionale, sigilla con queste parole la prima conferenza organizzata dall’Agenzia di Promozione Territoriale della Basilicata alla Borsa Internazionale del Turismo, Bit, in corso in Fiera Milano.

“Un viaggio è veramente rigenerante” afferma Morelli “quando ci porta a riscoprire noi stessi attraverso la visione di luoghi che risvegliano il nostro mondo interiore. Così possiamo riattivare risorse nascoste che spesso ignoriamo. Tutte le nostre radici”, ha aggiunto.

La Basilicata, in questa dinamica, “è quanto di meglio possiamo immaginare, perché troviamo la natura, la storia e le tradizioni. Questi gli «X-Factor» della regione lucana.

“Studi scientifici hanno dimostrato che la vicinanza soprattutto agli alberi ha un potente effetto antidepressivo sul cervello e stimola il nostro sistema immunitario. Tra le piante si respira un’atmosfera terapeutica perché ci sentiamo più vicini alle origini autentiche del nostro essere. Nella nostra interiorità profonda noi siamo ancora alberi, animali e rocce”.

La Basilicata alla Bit, Morelli: è terra che rigenera mente e corpoI SASSI DI MATERA

Nella Regione, ha spiegato Morelli, infatti, ci sono “le tracce di una saggezza arcaica che è stata tramandata fino a noi attraverso le tradizioni, i riti, i costumi e le feste di cui la Basilicata è ricchissima. Anche le abitudini gastronomiche sono l’espressione di questa straordinaria ricchezza culturale: a distanza di pochi chilometri troviamo piatti molto diversi tra loro”. Insomma, ha chiosato lo psichiatra, “una visita in questi luoghi equivale a un viaggio interiore alla riscoperta di una saggezza dimenticata” in grado di riportare “al tuo essere più autentico. Così la vacanza ci fa rinascere”, ha concluso.

“L’obiettivo” sottolinea il neo Assessore regionale all’ambiente Latronico “è investire energie e risorse in un settore strategico per la nostra regione, proponendo ai viaggiatori italiani e stranieri un’offerta territoriale integrata, dove le peculiarità naturalistiche e paesaggistiche locali vadano a legarsi ad un percorso culturale diverso e maggiormente attrattivo per l’utenza. Attraverso la promozione dei 5 Parchi lucani vogliamo creare una nuova consapevolezza nel turista, una nuova opportunità di conoscenza del territorio, un diverso modo di vivere la natura tra passeggiate all’aria aperta, trekking, utilizzo di veicoli non impattanti e percorsi integrati.”

All’interno dello stand, è stata predisposta un’area dedicata esclusivamente al programma “Ambiente Basilicata” e alla promozione delle bellezze territoriali, paesaggistiche e naturalistiche lucane, a partire dai cinque Parchi di Basilicata, frutto dell’accordo con la Direzione Generale dell’Ambiente, del Territorio e dell’Energia. Non possiamo dimenticare l’importante presenza nella regione lucana dei due mari, Jonico e Tirreno, per un totale di 62 km di costa, che ogni anno ospita migliaia di turisti italiani e stranieri. Lo sa bene “FLAG Coast to Coast” che partecipa alla BIT con uno spazio, all’interno dello stand di APT Basilicata, dedicato alla Basilicata Blu, terra dei due Mari. Una occasione inedita, per raccontare, alla Borsa Internazionale del Turismo la Basilicata dal punto di vista di un Gruppo di Azione Costiero che si occupa di sviluppo locale, insieme ai suoi soci pubblici e privati e a tutti gli stakeholders del territorio che il FLAG ha incontrato nei suoi anni di attività. Il quadro delle partecipazioni si completa con le Associazioni e le imprese socie del FLAG che in occasione dei talk in programma completeranno il racconto della Basilicata terra di mari, delle sue comunità e delle unicità.
Piccola pesca sostenibile, protezione e salvaguardia degli habitat costieri, accesso al mare e portualità, acquacoltura sostenibile sviluppo locale e partecipazione sono alcuni dei temi che saranno affrontati durante i talk e gli incontri con gli stakeholders (comuni, regione, partner e soci) in programma.

Bandiere blu: la Basilicata conferma le sue cinque spiagge - Basilicata - ANSA.itMARATEA

Basilicata: terra ricca di territori unici, paesaggi e scenari naturalistici che meritano di essere preservati, protetti e valorizzati, e non solo esposti in vetrina.

Lidia Lavecchia

Condividi

Sull' Autore

Lidia Lavecchia

Rispondi