DOMENICO FRIOLO: QUELLE ALI STANCHE DI EMIGRARE

0

QUELLE ALI STANCHE DI EMIGRARE

DOMENICO FRIOLOLEMBI D’AMORE SUL SARMENTO
Lá, dove si ergono le vette del Pollino
a dar splendore al cielo
la, dove le aquile
hanno posto il loro nido,
un aquilotto è al primo volo.
Da rocce vigorose, su robusti loricati,
memori di longevità, ed erbe magre
egli contempla la vastità degli orizzonti
…e va,
ma il suo cuore rimane li
non ce la fa
a seguire le sue ali.
Nel cielo, anche un lembo
si stacca da una nube
è un lembo d’amore
che scivola sul Sarmento
va sempre più lontano.
É un amore amaro che veleggia
con le sue ciocche di tristezza.
Il Sarmento, placa il suo fruscio
nel greto ghiaioso interra
rigagnoli e lacrime,
attende…attende.
Ed ecco, si ode nel cielo
un fruscio d’ali
ali che sanno dove
hanno lasciato il loro cuore,
l’aquilotto, ormai aquila
risale la valle, vola sicuro
rapido, guadagna
lo splendore delle vette,
poi plana approdando
nelle braccia tiepide
di chi ha saputo attendere.
Una madre gioisce.
Il Sarmento è commosso,
baldanzoso riprende il suo corso,
nel cielo, lembi d’amore
stanchi di emigrare..

.by

Domenico Friolo

Caro Domenico, AUGURI DALLA REDAZIONE DI  TALENTI LUCANI

 

 

 

Condividi

Sull' Autore

Domenico Friolo

Domenico Friolo...

Lascia un Commento