“U STRAZZARIEDD” DI PORTA SAN GIOVANNI

0

"U STRAZZARIEDD" DI PORTA SAN GIOVANNI

by DOMENICO FRIOLO

La porta San Giovanni, situata in cima alla salita omonima, offre a chi entra in città, le fresche acque della fontana. Molto gradita dai bracciali delle campagne a nord di Potenza. I contadini, giungevano alla Porta, stanchi, con il prodotto dei loro orti, verzure, formaggi, salami genuini, puri. Uomini di poche parole, educati e rispettosi, tanto che prima di attraversare la Porta San Giovanni, cambiavano i calzari. Si toglievano quelli per la campagna, pesanti e robusti, infangati, e calzavano scarpe più leggere. Gente lucana. Non descrivo la storia nè la bellezza di questa Porta, altri lo sapranno fare meglio, intendo solo afferrare ricordi lontani. Quello ad esempio di un personaggio rimasto sicuramente nella memoria di molti potentini : “ U STRAZZARIEDD. Era il proprietario di  un negozietto di vestiario semplice, a basso costo, lì, proprio in cima alla salita. Era un signore gentile, molto umano; ricordo, aveva una 1100 Fiat familiare blù, a cui era molto legato, ne parlava con entusiasmo vero. U Strazzariedd, andava a rifornirsi a Napoli, comprava partite di merce, così come gli venivano offerte, caricava e ritornava a Potenza con la gente che lo aspettava, per avere il piacere di scegliere il meglio. Andavo anche io, cercavo jeans Lewis; per un paio chiedeva 1600 lire, poi, dopo la solita trattativa, mi scontava qualcosa. A volte, c’era la moglie, brava donna: non mancava mai, nel negozietto, quando il marito andava a Napoli. Già, il negozietto… angusto, stipato, evitato, se non sprezzato dai benestanti. Ma cercato dalla gente non denarosa, dai bracciali, dai giovani in difficoltà economiche. Il fiore all’occhiello erano i Jeans Lewis, e il loro prezzo. Beh!, con questi Jeans addosso, stavamo bene, e prendevamo in giro i ricchi, che compravano gli stessi Jeans, a 10 000 lire. Per questo, u Strazzariedd, ci gioiva, appariva un amico, era “uno di noi”. Erano gli anni sessanta, capelli lunghi e pantaloni a zampa di elefante

 Il dipinto di copertina è della pittrice Milena Miglionico, vedi galleria www.Milenamiglionico.it

Condividi

Sull' Autore

Domenico Friolo

Domenico Friolo...

Lascia un Commento